Susanna Musgrove Haswell Rowson, che scrisse semplicemente come Susanna Rowson, nacque a Portsmouth, in Inghilterra nel 1762, ed emigrò in America da bambina. Sebbene sia solitamente identificata come una delle prime romanziere americane, le domande sulla sua nazionalità sono complicate. Durante la guerra d’indipendenza, Susanna e la sua famiglia si schierarono con i lealisti, con il risultato che furono imprigionati per due anni e alla fine tornarono in Inghilterra quando Susanna aveva 16 anni.

La famiglia Haswell perse gran parte della sua ricchezza durante la Rivoluzione americana, e Susanna lavorò come governante in Inghilterra. Come scrittrice, godette del patrocinio di Georgiana Cavendish, duchessa di Devonshire, una famosa sostenitrice delle arti letterarie e una delle prime sostenitrici del suffragio femminile. (Smiley, v) Il suo primo romanzo, Victoria, è dedicato alla Duchessa ed è stato pubblicato nel 1786.

Più tardi quell’anno, Susanna sposò un venditore di hardware, William Rowson. La coppia era afflitta da difficoltà economiche, e divenne attori quando non potevano più sostenersi attraverso il negozio di ferramenta di William e la scrittura di Susanna. Charlotte Temple è stato pubblicato nel 1791 in Inghilterra per le vendite irrisori. Nel 1793, la coppia si trasferì in America, sperando in migliori fortune finanziarie.

La loro fortuna è certamente migliorata. Nel 1794, Charlotte Temple fu pubblicato in America ed era estremamente popolare, stabilendo record e diventando il primo best-seller del paese, solo per essere eclissato 58 anni dopo da Uncle Tom’s Cabin di Harriet Beecher Stowe. Ha fatto riferimento all’America come “il mio caro paese adottato” e ha avuto successo in una varietà di lavori lì, tra cui redattore di riviste e librettista. Ha anche fondato un collegio progressista a Boston, Rowson’s Academy for Young Ladies.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.