Un Bridge Ethernet wireless funziona in modo simile alla modalità Client wireless, ma la configurazione delle sottoreti è diversa. Come con la modalità client, il tipo di router è irrilevante e avere diritti amministrativi sul router non è essenziale. Tuttavia, è consigliabile disporre dei diritti di amministratore sul router se si desidera utilizzare questa opzione per un bridge Ethernet.

La differenza più importante è che la stessa sottorete viene utilizzata per collegare il router che funge da client al router che funge da punto di accesso principale. A causa di ciò, il router client si trova nella stessa sottorete e trasferisce gli indirizzi DHCP dal router principale ai dispositivi. Il risultato è che i computer pensano di essere collegati direttamente al router host (il punto di accesso). Qui troverai di più su cosa devi fare per impostare il bridge Ethernet wireless sul tuo router.

1. Per essere in grado di impostare il bridge Ethernet wireless,la prima cosa che devi fare è ottenere alcuni dettagli sul router host incluso il canale WiFi e SSID (nome della rete). L’accesso amministrativo al router host primario è importante per la modalità Bridge Ethernet. Tutti i computer client collegati al router host o al router client saranno visibili ad altri dispositivi, indipendentemente dal router a cui sono collegati.

Se si dispone di accesso amministrativo al router host primario, è probabile che si conosce già il suo indirizzo IP. In caso contrario, è possibile connettersi al punto di accesso principale utilizzando un laptop e aprire il prompt dei comandi e digitare: “ipconfig / all”. Vedrai l’indirizzo IP del punto di accesso accanto a “Gateway predefinito”.

Ora per configurare il router client in modalità Bridge Ethernet segui i passaggi seguenti:

  1. Vai a Strumenti, quindi Wireless e seleziona Sondaggio.
  2. Fare clic su Aggiorna per visualizzare i punti di accesso wireless disponibili.
  3. Trova il punto di accesso a cui vuoi connetterti. Dovrai ottenere l’SSID. Qui è dove è necessario disporre dei diritti amministrativi sul punto di accesso e se non lo si dispone, sarà necessario ottenere la password.
  4. Accedi al router client e vai a Basic e quindi alla rete.
  5. Poiché viene utilizzata la modalità bridge, ciò su cui si sceglie di impostare l’indirizzo IP LAN non è rilevante. Tuttavia, è importante considerare che l’impostazione di qualcosa al di fuori della sottorete del punto di accesso host impedirà di raggiungere il pannello di amministrazione del router client. Questo è il motivo per cui è consigliabile utilizzare un indirizzo IP che si trova all’interno della sottorete del router primario. Ad esempio, se l’indirizzo IP del router access point è 192.168.1.1, l’indirizzo IP del router client può essere impostato su 192.168.1.2. Ricorda che i dispositivi collegati a uno qualsiasi dei router avranno visibilità di altri dispositivi sulla rete.
  6. Assicurati che DHCP sia disabilitato in quanto non sarà necessario poiché il router host si occuperà di gestire le richieste DHCP per l’intera rete. Quando è selezionata la modalità Bridge Ethernet wireless, alcune opzioni cambiano o diventano non disponibili, inclusa la porta WAN.
  7. Immettere l’SSID, la password e i dettagli di sicurezza. Tieni presente che WEP non è supportato da Tomato quando è in uso la modalità bridge, quindi dovrai selezionare WPA o WPA2. Il router host e il router client dovrebbero utilizzare la stessa opzione di sicurezza. Una volta fatto questo, fare clic su Salva.

Nota: se il router host utilizza WPA2 ma non è possibile collegare il router client al router host, ciò che si può fare è modificare il tipo di sicurezza. È possibile scegliere WPA / WPA2 personale. Per stabilire una connessione, potrebbe essere necessario riavviare il computer o rinnovare il suo indirizzo IP, ma ciò dipenderà dalla configurazione IP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.