Quindi probabilmente hai sentito che microfoni e altoparlanti sono praticamente la stessa cosa, solo al contrario, ma è possibile trasformare un altoparlante in un microfono? La risposta è sì!

Come trasformare un altoparlante in un microfono in 2 semplici passaggi:

  1. Esporre i fili all’estremità femmina del cavo audio (se si utilizza XLR)o ad entrambe le estremità (se si utilizza TRS, TS, RCA, ecc.).
  2. Collegare il filo positivo al terminale negativo dell’altoparlante e il filo negativo (o filo di terra/schermatura se si utilizza un cavo sbilanciato) al terminale positivo dell’altoparlante.

Con questi due semplici passaggi, è possibile trasformare un altoparlante in un microfono. Detto questo, ci sono più specifiche che dovresti sapere prima di sperimentare trasformando i tuoi altoparlanti in microfoni. Questo articolo chiarirà eventuali problemi che si possono avere di trasformare un parlare in un microfono.

Strumenti consigliati/richiesti per il lavoro

Per trasformare efficacemente un altoparlante in un microfono, consiglio di utilizzare i seguenti strumenti:

  • Cacciavite: per rimuovere facilmente l’altoparlante dal cabinet.
    Cacciavite consigliato: Klein Tools 32500 (link per controllare il prezzo su Amazon).
  • Wire cutter / stripper: per tagliare i fili di piombo ed esporre i fili conduttivi all’interno.
    Consigliato wire cutter / stripper: DOWELL 10-22 AWG Wire Stripper (link per controllare il prezzo su Amazon).
  • Morsetti a coccodrillo: per tenere i fili in posizione per testare le connessioni.
    Consigliato alligator clips: Windcloud alligator clips (link per controllare il prezzo su Amazon).
  • Saldatura: per collegare elettricamente i fili ai terminali appropriati.
    Saldatura consigliata: WYCTIN 60-40 (link per controllare il prezzo su Amazon).
  • Saldatore: per fondere e rimuovere la saldatura originale e per fondere nuova saldatura in posizione.
    Saldatore consigliato: Weller D650PK (link per controllare il prezzo su Amazon).
  • Dissaldatura pompa: per rimuovere fuso saldatura in modo pulito ed efficace.
    Pompa dissaldante consigliata: EDSYN SOLDAPULLT (link per controllare il prezzo su Amazon).

Le somiglianze di un microfono e altoparlante

Prima di entrare nella parte how to di questo articolo, discutiamo rapidamente come il microfono e l’altoparlante sono fondamentalmente lo stesso design, solo invertito.

Un trasduttore microfono dinamico a bobina mobile funziona sul principio dell’induzione elettromagnetica, proprio come la stragrande maggioranza degli altoparlanti e delle cuffie.

Induzione magnetica nel microfono dinamico

I microfoni dinamici a bobina mobile hanno un diaframma che si muove in base alla pressione sonora variabile attorno ad esso. Attaccato al questo diaframma è una bobina di conduzione che è circondato da magneti permanenti.

Mentre la bobina si muove, sperimenta un cambiamento del flusso magnetico. Pertanto, l’induzione elettromagnetica avviene e viene prodotta una tensione elettrica attraverso la bobina. I cavi vengono prelevati da ciascuna estremità della bobina per eseguire questa tensione CA elettrica, meglio nota come segnale mic.

Induzione magnetica nell’altoparlante

L’altoparlante ha una bobina conduttiva collegata a un diaframma. Questa bobina conduttiva si trova all’interno di una struttura magnetica permanente.

Una tensione CA elettrica (un segnale audio) viene applicata attraverso la bobina. Induzione elettromagnetica avviene, causando la bobina si muove all’interno del campo magnetico in base alla tensione che viene applicata ad esso.

Il diaframma si muove insieme alla bobina collegata, spingendo l’aria mentre lo fa. Questo spingendo e tirando provoca variando pressione sonora, che è meglio conosciuto come onde sonore!

Un altoparlante è semplicemente un microfono al contrario

Quindi possiamo vedere che un tipico altoparlante a bobina è fondamentalmente lo stesso di un microfono dinamico a bobina mobile.

Naturalmente, il microfono è relativamente di piccole dimensioni e il segnale. Tuttavia, la meccanica del microfono e dell’altoparlante sono gli stessi. Questo ci permette di trasformare facilmente un altoparlante in un microfono (e viceversa). Diamo un’occhiata a come!

Per ulteriori informazioni sui trasduttori per microfono e altoparlante, consulta i seguenti articoli My New Microphone:

Come trasformare un altoparlante in un microfono

Ancora una volta, trasformare un altoparlante in un microfono è semplice come collegare i fili di un cavo mic ai terminali appropriati della bobina dell’altoparlante. Tuttavia “come semplice” si complica rapidamente, partito a causa dei seguenti fattori:

  • Diversi design degli altoparlanti: smontare correttamente l’altoparlante per esporre la bobina vocale e quindi rimuovere correttamente i cavi degli altoparlanti dalla bobina vocale.
  • Vari mic cavo disegni: a seconda del cavo audio, possiamo avere 3 fili o 2 fili e può avere una femmina e maschio fine (è essenziale che colleghiamo l’estremità femminile per l’altoparlante).

Anche se ci sono davvero solo due passaggi critici coinvolti nel trasformare un altoparlante in un microfono, non è necessariamente così facile. C’è spesso una certa preparazione necessaria per ottenere l’altoparlante e il cavo del microfono pronto per la connessione.

E così, in questo Come, discuteremo il processo di trasformare un altoparlante in un microfono in grande dettaglio.

In questi passaggi dettagliati, tratteremo quanto segue:

  • Come scegliere e preparare il vostro altoparlante.
  • Come scegliere e preparare il cavo del microfono.
  • Come collegare l’altoparlante al cavo del microfono.
  • Come utilizzare l’altoparlante appena trasformato come microfono.

Come scegliere e preparare il tuo altoparlante

Sebbene qualsiasi altoparlante a bobina vocale (che significa quasi tutti) sia un ottimo candidato per essere trasformato in un microfono, è meglio scegliere un altoparlante che non usi più o un altoparlante economico facilmente sostituibile.

Realisticamente, nessun microfono trasformato in altoparlante funzionerà così come un microfono progettato per essere un microfono. I microfoni degli altoparlanti sono ottimi pickup di fascia bassa, ma non sono eccessivamente sensibili o accurati.

Anche se non c’è nulla che ti impedisca di trasformare i tuoi monitor hifi in microfoni, ti consiglio vivamente di usare l’altoparlante di seconda mano da $10 che hai comprato al banco dei pegni!

Ho trovato una vecchia coppia di diffusori JVC, di cui ne ho usato uno per questo esperimento.

Altoparlante JVC

Per preparare l’altoparlante, è necessario rimuovere i cavi degli altoparlanti che si collegano alla bobina.

La maggior parte dei trasduttori degli altoparlanti sono protetti all’interno di una sorta di scatola o involucro. È possibile accedere alla maggior parte delle bobine vocali degli altoparlanti svitando un pannello o due dalla scatola/involucro protettivo.

Altoparlante JVC con frontale spento

Una volta che si ha accesso alla bobina dell’altoparlante, rimuovere i cavi degli altoparlanti che si collegano ai terminali positivo e negativo.

Driver altoparlanti lato anteriore verso l’alto
Driver altoparlanti lato anteriore verso il basso

Ci sono tre modi principali in cui questi fili sono collegati:

  1. Saldatura.
  2. Estremità allentate avvolte.
  3. Estremità allentate bloccate.

Con connessioni saldate, è possibile “dissaldare” in modo pulito i fili dalla bobina applicando calore alla saldatura, rimuovendo i fili e pulendo la saldatura in eccesso. In alternativa, si potrebbe fare un lavoro più ruvida e semplicemente tirare i fili dalla loro connessione, lasciando qualche saldatura dietro.

Le estremità sciolte (sfilacciate)sono più facili da rimuovere. Per le estremità avvolte avvolte intorno ai terminali, semplicemente svolgerle. Con le estremità bloccate, svitare il morsetto e rimuovere.

Va bene, ora che hai andare il vostro altoparlante (presto per essere mic) preparato, è il momento di preparare il cavo del microfono.

Come scegliere e preparare il cavo Mic

Ci sono molti tipi di cavi audio oggi sul mercato. Quindi, quale cavo funziona meglio con un altoparlante-turn-microfono?

La mia raccomandazione è l’XLR a 3 pin, anche se si finisce solo per utilizzare 2 pin per un segnale sbilanciato. Ciò è in parte dovuto al fatto che la maggior parte dei microfoni da studio utilizza XLR e, quindi, la maggior parte degli ingressi min accetta XLR.

Per maggiori informazioni sul perché le connessioni XLR sono così popolari con i microfoni, consulta il mio articolo Perché i microfoni utilizzano cavi XLR?

Detto questo, qualsiasi cavo audio farà ed è la vostra scelta come quello che si intende utilizzare. In questa sezione parleremo di preparazione i seguenti cavi per diffusore-trasformato-microfono:

  • XLR (3-pin) – equilibrato
  • TRS (1/4″) – equilibrato
  • TS (1/4″) – sbilanciata
  • RCA sbilanciati

vediamo rapidamente differenziare equilibrata cavi audio cavi sbilanciati:

Un cavo audio bilanciato ha almeno tre fili. Trasporta il segnale audio su due fili audio e ha un terzo filo per fungere da terra e scudo. Un cavo audio trasporta il segnale di polarità positiva mentre l’altro porta un segnale di polarità uguale ma opposta. Il filo di terra / scudo, come suggerisce il nome, agisce come lo schermo del cavo e il filo di terra.

Un ingresso bilanciato riceve un segnale bilanciato e amplifica in modo differenziale i fili del segnale di polarità opposta. Ciò si traduce in un segnale forte con eccellente rifiuto del rumore.

Un cavo audio sbilanciato ha due fili: un filo di segnale e un filo di terra/scudo. Poiché un segnale audio richiede un circuito completo per fluire, il filo di terra/scudo funge anche da ritorno del segnale, trasportando anche parte del segnale audio.

Un ingresso sbilanciato riceve il segnale dal filo di segnale del cavo sbilanciato e dal filo di terra/schermatura. Segnale sbilanciato non sono forti come le loro controparti bilanciate e meno rifiuto del rumore.

Per ulteriori informazioni su audio bilanciato e sbilanciato, controllare il mio articolo Do Microfoni Uscita audio bilanciato o sbilanciato?

Un altro aspetto importante della scelta del cavo è la lunghezza del cavo. Come sarà progettato il tuo nuovo speaker-mic?

Se hai intenzione di avere una connessione di uscita impostata in una sorta di corpo (come la maggior parte dei microfoni professionali), allora un cavo più corto farà. Infatti, singoli singoli fili possono funzionare anche meglio di un cavo!

Tuttavia, se si desidera un bare bones speaker-mic che può essere posizionato lontano da un preamplificatore o registratore, avrete bisogno di un cavo più lungo. Quando si invia il segnale altoparlante-microfono qualsiasi distanza significativa (25 piedi o più), consiglio vivamente di utilizzare un cavo bilanciato come un XLR (o un TRS).

Con quelle note fuori strada, parliamo di preparare ciascuno dei suddetti tipi di cavi. Lo sono, ancora una volta:

  • XLR (3-pin) – bilanciato
  • TRS (1/4″) – bilanciato
  • TS (1/4″) – sbilanciato
  • RCA – sbilanciato

Si noti che per “preparazione” intendo alterare un normale cavo con connessioni corrette su entrambe le estremità. È totalmente possibile farlo con bulk cable, ma se stai usando bulk cable e fai le tue connessioni, probabilmente hai già le competenze e le conoscenze per collegare questi cavi all’altoparlante.

Preparazione di un cavo XLR

XLR-F

Per preparare un cavo XLR, dobbiamo rimuovere il connettore femmina dal cavo ed esporre i fili lì. Il connettore maschio è lasciato intatto.

XLRs cavi sono progettati per prendere in audio alla fine femmina e uscita audio alla fine maschio. Gli ingressi Mic (che sono di tipo XLR) sono, quindi, femminili.

L’estremità maschio del cavo XLR sarà la connessione di uscita dell’altoparlante-microfono. Se guardi un microfono con un’uscita XLR, sarà anche maschio.

Prima di rimuovere il connettore femmina, verificare quali fili portano a quale pin dell’XLR. Un connettore XLR a 3 pin ha ciascuno dei suoi pin contrassegnati dai numeri 1, 2 e 3. Rimuovendo il tappo senza annullare il connettore, possiamo vedere quale filo va a quale pin.

XLR-F senza scudo

Questo è importante poiché non esiste un codice colore standard per i fili XLR. Detto questo, il rosso è più spesso positivo, il terreno/scudo è più spesso non colorato o bianco, e il negativo è blu, nero o un altro colore.

Ciò che è standard (o almeno vicino ad essere standard) sono i pin del connettore XLR a 3 pin:

  • Pin 1 = terra / scudo.
  • Pin 2 = positivo (caldo).
  • Pin 3 = negativo (freddo).

Una volta identificato quale filo coincide con ciascun pin, è il momento di rimuovere il connettore femmina.

Il modo più pulito per farlo è sciogliendo la saldatura. Naturalmente, un modo più veloce e più ruvido sarebbe quello di tirarlo fuori con la forza.

XLR-F senza scudo nella morsa

Una volta rimosso il connettore, assicurati che ci sia abbastanza filo conduttivo esposto per connettersi correttamente all’altoparlante (di solito c’è).

E ci si va, hai preparato il cavo XLR!

Preparazione di un cavo TRS

A differenza degli XLR, i cavi TRS sono gli stessi alle due estremità, quindi non importa quale connettore terminale rimuoviamo per collegare il cavo TRS all’altoparlante.

6.connettore TRS da 35 mm

Prima di rimuovere il connettore completo, vedere se è possibile identificare i fili che coincidono con la punta (positivo), anello (negativo), e manica (terra/scudo) o il cavo TRS. Come l’XLR, non esiste un codice colore standardizzato per questi fili, quindi sta a noi identificare quale è quale.

Una volta identificato quale filo è quale, possiamo rimuovere il connettore. Ancora una volta, il modo più pulito per farlo è quello di sciogliere la saldatura.

Quindi ci assicuriamo che ci sia abbastanza filo esposto per connettersi efficacemente ai nostri terminali degli altoparlanti (in genere c’è), e ci andiamo, il nostro cavo TRS è preparato!

Per maggiori informazioni sui connettori maschio / femmina e le differenze tra jack e spine, consulta il mio articolo Qual è la differenza tra una spina del microfono e Jack?

Preparare un cavo TS

Preparare un cavo TS è proprio come preparare un cavo TRS, tranne che più facile.

6.35 connettore MM TS

Rimuovere il connettore di un’estremità nel modo più pulito possibile. La punta (calda) sarà il filo proveniente dal centro del cavo. Il manicotto (terra / scudo) sarà il filo che si estende intorno alla punta.

6.35 mm TS connettore senza scudo
TS senza scudo in morsa

Assicurati che ci sia abbastanza filo esposto per connettersi all’altoparlante e sei a posto!

Preparare un cavo RCA

Preparare il cavo RCA equivale quasi a preparare un cavo TS.

Rimuovere il connettore di un’estremità in modo pulito e assicurarsi che ci sia abbastanza filo esposto per connettersi all’altoparlante. Il cavo di segnale passa attraverso il centro del cavo RCA mentre la terra/schermo proviene dal perimetro del cavo interno.

Utilizzando i cavi di uscita incorporati dell’altoparlante

Spesso possiamo semplicemente utilizzare i cavi integrati già collegati ai terminali dell’altoparlante.

In questo caso, avremmo semplicemente bisogno di un connettore XLR maschio (o uno qualsiasi degli altri connettori menzionati), anche se consiglio vivamente XLR.

Saldare le estremità non collegate all’altoparlante al connettore.

Utilizzando XLR, saldare il filo dal terminale positivo dell’altoparlante al pin 3 (negativo) e saldare il filo dal terminale negativo dell’altoparlante al pin 2 (positivo). Il motivo per cui andiamo + a-e viceversa ha a che fare con la polarità naturale dell’altoparlante rispetto alla solita polarità di un microfono, che arriveremo in un secondo.

Inoltre, suggerirei di collegare il pin 1 dell’XLR (o il manicotto di un TRS) al corpo dell’altoparlante come massa.

Parlando di collegare effettivamente il microfono dell’altoparlante a un’uscita del microfono, approfondiamo le modalità di collegamento dei suddetti tipi di cavo all’altoparlante.

Come collegare l’altoparlante al cavo del microfono

Collegare fisicamente il cavo del microfono all’altoparlante è semplice come toccare i cavi del cavo appropriati ai terminali appropriati (e questo è un metodo per testare rapidamente il microfono).

Tuttavia, in genere vorremmo saldare i cavi dei cavi ai terminali degli altoparlanti appropriati per migliorare la connessione e aumentare la longevità di tale connessione.

Come accennato in precedenza, alcuni altoparlanti hanno i loro terminali si collegano ai fili tramite avvolgimento del filo attorno al terminale o bloccaggio del filo. Tuttavia, questi sono meno comuni e spesso non buoni come una connessione correttamente saldata.

È stato menzionato nella risposta rapida all’inizio di questo articolo che il filo positivo del cavo dovrebbe essere collegato al terminale negativo dell’altoparlante mentre il negativo (o terra/schermo) dovrebbe essere collegato al terminale positivo dell’altoparlante.

Driver con TS cavi saldati ai terminali
Il grande driver collegati con XLR (a sinistra)
Il piccolo driver con collegato TS (a destra)

Quando si tratta di funzionalità, non importa se positivo va al negativo e negativo, positivo. L’altoparlante-microfono funzionerà ancora bene.

Il motivo per cui suggerisco di cambiare le connessioni positive e negative è per la coerenza di fase.

In genere, il movimento verso l’interno di un microfono diaframma risultati è un segnale di polarità positiva, mentre verso l’esterno si traduce in un segnale di polarità negativa.

L’altoparlante è cablato in modo opposto, con il segnale di polarità positiva che spinge il diaframma dell’altoparlante verso l’esterno e il segnale di polarità negativa che disegna il diaframma dell’altoparlante verso l’interno.

Ancora una volta, questo non influenzerà se l’altoparlante-microfono funzionerà o meno. Vale semplicemente la pena commentare le polarità dei microfoni rispetto agli altoparlanti.

XLR bilanciato e TRS

Come collegare un cavo XLR a un microfono trasformato in altoparlante:

Se si utilizza un cavo XLR, è importante collegare l’estremità femmina all’altoparlante-microfono, lasciando l’estremità maschio per connettersi a un ingresso del dispositivo audio (come un preamplificatore mic).

  • Collegare il pin 2 (caldo) al terminale positivo della bobina vocale.
  • Collegare il pin 3 (freddo) al terminale negativo della bobina vocale.
  • Collegare il pin 1 (massa) al corpo dell’altoparlante, al terminale positivo o lasciarlo scollegato. Nastro off se lasciando pin 1 scollegato.

Come collegare un cavo TRS a un microfono trasformato in altoparlante:

  • Collegare la punta (calda) al terminale positivo della bobina vocale.
  • Collegare l’anello (freddo) al terminale negativo della bobina vocale.
  • Collegare il manicotto (massa) al corpo dell’altoparlante, al terminale positivo o lasciarlo scollegato. Nastro off se lasciando pin 1 scollegato.

Sbilanciato TS e RCA

Come collegare un cavo TS a un altoparlante-turn-microfono:

  • Collegare la punta (calda) al terminale positivo della bobina vocale.
  • Collegare il manicotto (massa / schermo) al terminale della bobina vocale negativa.

Come collegare un cavo RCA a un microfono trasformato in altoparlante:

  • Collegare il perno centrale (caldo) al terminale positivo della bobina vocale.
  • Collegare il perno esterno (massa / schermo) al terminale della bobina vocale negativa.

Come utilizzare l’altoparlante appena trasformato come microfono

Quindi, ora che hai creato un altoparlante-microfono, è il momento di usarlo!

Al primo ascolto, scoprirai che il microfono dell’altoparlante non suona bene come un normale microfono. Ciò è dovuto semplicemente al fatto che gli altoparlanti sono stati progettati per essere altoparlanti e spostare grandi quantità di aria, mentre microfono sono stati progettati per raccogliere le onde sonore con precisione.

  • Un grande altoparlante-microfono sub-woofer suonerebbe molto ovattato.
  • Un altoparlante normale suonerebbe decentemente intelligibile, ma con poca fascia bassa.
  • Un altoparlante tweeter suonerebbe molto piccolo rispetto all’altro altoparlante-microfono e certamente rispetto a qualsiasi microfono professionale.

Quindi, certo che potresti registrare qualsiasi cosa con questi microfoni, ma i loro limiti li trasformano in applicazioni abbastanza di nicchia.

L’applicazione più comune per speaker-microfoni è la cattura di frequenze di fascia bassa su grancassa e armadi chitarra basso. Questi grandi microfoni a membrana possono molto bene catturare maggiore e più presente di fascia bassa rispetto ai loro omologhi microfono professionale.

Inoltre, il tweeter speaker-mic potrebbe essere utilizzato per registrare un certo effetto metallico nelle vostre produzioni.

Ma soprattutto, è piuttosto bello mostrare la tua invenzione, indipendentemente da quanto possa sembrare noiosa!

Prova gli altoparlanti collegati al mio mixer e al mio sistema PA

Produttori di microfoni per altoparlanti professionali

Forse il microfono per altoparlanti più famoso che abbia mai colpito il marchio è stato il Subkick Yamaha (ora fuori produzione).

Solomon Mics LoFreq

Solomon Mics è un altro produttore degno di nota. Il LoFreq (nella foto) è una scelta popolare speaker-mic per grancassa e armadi chitarra basso.

Il Solomon Mics LoFreq è disponibile su Amazon, controlla il prezzo in questo link.

Solomon Design è presente nelle migliori marche di microfoni migliori del mio nuovo microfono di cui probabilmente non hai mai sentito parlare.

Drum Workshop ha anche un prodotto chiamato Moon Mic,che è un esempio di microfono dinamico a bobina mobile che utilizza un diaframma di dimensioni elevate.

Drum Workshop Il microfono della Luna

Il DW Moon Mic è disponibile anche su Amazon. Controllare il prezzo anche se questo link.

Design degli altoparlanti alternativi

Come i microfoni, i trasduttori degli altoparlanti sono disponibili in diversi design. A differenza dei microfoni, tuttavia, questi altri progetti di altoparlanti non sono così popolari.

L’altoparlante alternativo progetta come analogo agli altri progetti comuni del microfono.

  • Come microfoni a condensatore, abbiamo altoparlanti elettrostatici.
  • Come i microfoni a nastro, abbiamo altoparlanti a nastro.

Domande correlate

Come si utilizza un microfono con un jack audio (telefono)? La maggior parte dei microfoni ha uscite XLR. Il modo più comune per utilizzare un microfono con una presa telefonica audio (se TS o TRS) è attraverso l’uso di un adattatore. Ci sono molti adattatori sul mercato che cambieranno il connettore di uscita del microfono nel connettore jack audio di cui hai bisogno.

Come posso usare le cuffie come microfono e altoparlante? Le cuffie funzionano naturalmente come gli altoparlanti. Proprio come puoi trasformare un altoparlante in un microfono, puoi trasformare una cuffia in un microfono. Alcune cuffie sono dotate di microfoni incorporati (spesso indicati come cuffie), che consentono l’uso simultaneo e il collegamento di cuffie e microfono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.