Di Aiesha Lee, studente di dottorato, e Charles “Rip” McAdams, Ed.D., professore di counselor education

Mentre il nostro mondo sperimenta una crisi globale, i consiglieri continuano a fornire assistenza alla popolazione generale. Attualmente, le nostre comunità stanno vivendo un trauma collettivo legato alla COVID-19. Per aiutare i clienti a far fronte, i fornitori devono comprendere e implementare cure informate sul trauma. Per curare adeguatamente i clienti traumatizzati, i consulenti devono comprendere il trauma, come viene definito e le strategie di trattamento.

Comprensione Trauma

Il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, o DSM, il manuale di fornitori di salute mentale per la diagnosi clienti, definisce il trauma come: l’Esposizione alla effettiva o minacciata eventi che coinvolgono la morte, gravi lesioni o sessuale, violazione di uno (o più) dei seguenti modi:

  1. Direttamente vivendo gli eventi.
  2. Assistere di persona agli eventi come accadevano agli altri.
  3. Apprendere che gli eventi si sono verificati a un familiare o un amico.
  4. Sperimentare l’esposizione ripetuta o estrema a dettagli avversivi degli eventi.

Essenzialmente, il trauma deriva da eventi che minacciano o violano seriamente la sicurezza di una persona o dei suoi cari. Esempi di eventi traumatici includono (ma non sono limitati a) sparatorie di massa, aggressioni sessuali, disastri naturali o incidenti stradali.
Lo studio in corso Adverse Childhood Experiences (ACE) avviato nel 1998 dai Centers for Disease Control e dall’agenzia Kaiser Permanente Insurance Managed care ha dimostrato che molti bambini hanno subito traumi e che il trauma ha gravi impatti dannosi sui bambini. Le esperienze infantili più avverse hanno i bambini, più è probabile che sviluppino depressione, comportamenti non sicuri come l’abuso di droghe o alcol e malattie croniche come le malattie cardiache. Poiché molte persone hanno almeno un’esperienza infantile avversa, il rischio per questi problemi di salute e altri è diffuso.

Cosa significa questo per i fornitori di salute mentale? Molte persone in cerca di consulenza possono essere affetti dall’impatto di esperienze traumatiche. Di conseguenza, i consulenti dovrebbero rimanere sensibili alle storie di trauma dei loro clienti, ma devono anche fare attenzione a non traumatizzare ulteriormente i clienti durante il processo di trattamento. Prevenire ulteriori traumi che si verificano durante il trattamento è un obiettivo primario della cura informata sul trauma.

Che cosa è Trauma-Informed Care?

Trauma-informed care è la cura in cui i fornitori di assistenza sanitaria mentale si impegnano con un cliente in un modo che consente l’implementazione di un processo di trattamento efficace senza riqualificazione. La cura informata sul trauma richiede la comprensione che il trauma che le persone sperimentano in passato può avere un impatto negativo sulla loro vita attuale. Un approccio informato sul trauma implica l’adesione a principi per la pratica che garantiscono comprensione e sensibilità ai problemi legati al trauma indipendentemente dalle attuali preoccupazioni di presentazione di un individuo. La Substance Abuse and Mental Health Services Administration (SAMHSA), un’organizzazione nazionale leader per la ricerca e la pratica sulla salute mentale e l’abuso di sostanze, delinea i seguenti principi dell’approccio informato sul trauma:

1. Sicurezza: i fornitori e le organizzazioni dovrebbero rendere sicuro l’ambiente di consulenza fisica e impegnarsi in comportamenti di consulenza che consentano ai clienti di sentirsi al sicuro.

2. Affidabilità e trasparenza: Per consentire ai clienti di sentirsi al sicuro, consulenti devono essere aperti e onesti circa il processo di consulenza e le regole che governano la fornitura di servizi di consulenza.

3. Supporto tra pari: incorporare nel processo di consulenza le storie di altri che hanno subito un trauma può aiutare i clienti a sentirsi al sicuro, fidarsi del processo di consulenza e iniziare a sentirsi fiduciosi sul proprio recupero.

4. Collaborazione e mutualità: i consulenti dovrebbero fungere da partner, non da autorità, che assistono piuttosto che dirigere i clienti nel loro percorso di guarigione.

5. Empowerment, voce e scelta: Per assistere i clienti con il recupero, i consulenti devono riconoscere e incoraggiare le voci, le scelte e i punti di forza dei clienti. I consulenti devono lavorare dalla convinzione che i clienti sono resilienti e possono farsi carico del loro processo di guarigione.

6. Consapevolezza culturale, storica e di genere: i consulenti devono essere consapevoli e mettere da parte qualsiasi ipotesi predeterminata sulle identità culturali dei clienti. In particolare, i consulenti non devono rispondere ai clienti in base alle loro ipotesi sulle esperienze culturali dei clienti, ma devono rispondere in base alla narrativa culturale unica che i clienti forniscono loro. La chiave per l’attuazione di questi sei principi risiede nell’esercizio counselor di quattro competenze nella loro fornitura di servizi di consulenza: realizzazione, riconoscimento, risposta ed evitare la riqualificazione. I consulenti che utilizzano un approccio informato sul trauma realizzano sia l’impatto del trauma che il potenziale di recupero, riconoscono i sintomi del trauma, rispondono secondo i principi dell’approccio informato sul trauma e si sforzano in ogni momento di fornire un ambiente sicuro e un’esperienza di consulenza che non contribuisce alla riqualificazione.

Diventare un consulente informato sul trauma

Il primo passo per implementare un approccio informato sul trauma è diventare informati sul trauma. L’American Counseling Association (ACA) e il Professional Education Systems Institute (PESI) entrambi forniscono opportunità di formazione continua che possono aumentare la comprensione di un consulente di trauma e trauma-informed care.

Consulenti e clienti possono beneficiare dei consulenti che applicano la loro conoscenza del trauma quando forniscono servizi di consulenza in qualsiasi contesto. Ad esempio, i clienti che hanno subito traumi da altri possono essere riluttanti a formare relazioni di fiducia con gli altri. Consiglieri che sono a conoscenza di questo impatto del trauma sono suscettibili di essere più comprensione quando i loro clienti traumatizzati stanno avendo un momento difficile formare un rapporto di consulenza di fiducia. Anche se le misure adottate per attuare ogni principio di trauma-informed care possono apparire diverse a seconda della situazione di un cliente, counselor attenzione alla sicurezza, affidabilità e trasparenza, peer support, collaborazione, empowerment e voce, e l’attenzione alle differenze culturali sono le chiavi per fornire efficace trauma-informed care.

Diventa un consulente con impatto

A William & Mary, la facoltà nel nostro Master online di educazione nel programma di consulenza attingere da anni di esperienza e di ricerca nei loro campi. Se gli studenti scelgono di perseguire la concentrazione clinica di consulenza sulla salute mentale, la concentrazione di consulenza scolastica o la specializzazione di consulenza militare e veterani, acquisiranno le competenze e le competenze per essere un consulente che può fare la differenza.

Butler, L. D., Critelli, F. M., & Rinfrette, E. S. (2011). Trauma-cura informata e salute mentale. Indicazioni in Psichiatria, 31, 197-210.Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. (2020). Esperienze infantili avverse. Estratto da cdc.gov/violenceprevention/childabuseandneglect/acestudy/index.htmlAmerican Associazione psichiatrica. (2013). Traumi e disturbi legati allo stress. Nel manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (5 ° ed.). doi.org/10.1176/appi.books.9780890425596Substance Abuso e servizi di salute mentale Amministrazione. (2014). Il concetto di SAMHSA di trauma e guida per un approccio informato sul trauma. Recuperato dal negozio.samhsa.gov/prodotto/SAMHSA-s-Concetto-di-Trauma-e-Guida-per-un-Trauma-Informato-Approccio/SMA14-4884

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.