Home :: Giochi di carte
Carte dei tarocchi da un mazzo destinato ai giochi e non alla divinazione

I giochi di carte dei tarocchi sono giochi di carte giocati con mazzi di tarocchi. Le regole di base apparvero per la prima volta nel manoscritto di Martiano da Tortona, scritto prima del 1425. I giochi, noti come “tarocchi”, “tarock”, “tarocco” e altre ortografie, sono conosciuti in molte varianti, per lo più culturali e regionali.

Il mazzo che gli anglofoni chiamano con il nome francese Tarocchi si chiama Tarocco in italiano, Tarock in tedesco e varie parole simili in altre lingue. I giochi di tarocchi hanno avuto origine in Italia e si sono diffusi in molte parti d’Europa, ad eccezione delle Isole britanniche, della penisola iberica e dei Balcani. Sono giocati con mazzi con quattro semi ordinari e un seme aggiuntivo più lungo di tarocchi, che sono sempre trionfi. Essi sono caratterizzati dalla regola che un giocatore che non può seguire un trucco con una carta del seme ha portato deve giocare una briscola al trucco, se possibile. I giochi di tarocchi potrebbero aver introdotto il concetto di trionfi ai giochi di carte. Più recenti giochi di tarocchi preso in prestito caratteristiche da altri giochi come offerta da Ombre e vincere l’ultimo trucco con il più basso trump da Trappola.

Contrariamente alla credenza popolare, i mazzi di Tarocchi non precedevano i mazzi con quattro semi della stessa lunghezza, e furono inventati non per scopi occulti ma per scopi puramente di gioco. Solo in seguito sono stati utilizzati per la cartomanzia e la divinazione, e anche come campo per gli artisti per visualizzare iconografie specifiche, spesso collegate a qualche sistema ideologico. Forme concrete appaiono almeno dall’articolo di Court de Gébelin nell’anno 1781.

Tarocco

Le tute italiane sono ancora utilizzate per giochi come Tarocchini.

Tarocco (italiano, Tarocchi plurale), e nomi simili in altre lingue, è una forma specifica di mazzo di carte da gioco utilizzato per diversi giochi trick-taking. Un nome precedente del gioco Trionfi è riportato per la prima volta nel diario di Giusto Giusti nel settembre 1440 (in altri primi documenti anche ludus triumphorum o simili ). Il nome Tarochi fu usato per la prima volta a Ferrara nel giugno 1505, il nome Taraux apparve ad Avignone nel dicembre dello stesso anno. I nomi Tarocco, Tarocchi e Tarocchi si sono sviluppati in tempi successivi accanto a diverse forme di scrittura. Il poeta Francesco Berni ancora deriso su questa parola nel suo Capitolo del Gioco della Primiera scritto nel 1526. Il nome Trionfi si è sviluppato in seguito come termine generale per i giochi di trick-taking (Triomphe in francese, Trumpfen in tedesco e Trump in inglese), anche se è quasi completamente scomparso nella sua funzione originale come nome del mazzo. Altri giochi diversi hanno rivendicato il nome senza alcun uso di carte Tarocchi. Le prime regole di base per il gioco del Tarocco compaiono nel manoscritto di Martiano da Tortona, le successive sono note a partire dall’anno 1637.

Esclusi i tarocchi piemontesi, che sono più strettamente correlati ai tarocchi francesi, i tarocchi italiani hanno trionfi diversi dal I e dal XXI che valgono più di un punto carta. Vincere il trucco finale (ultimo) assegna un determinato numero di punti. Tarocchi siciliani si gioca in solo quattro città con 63 carte dal mazzo Tarocco Siciliano. Tarocchini è confinato a Bologna e utilizza il mazzo Tarocco Bolognese da 62 carte. Questi giochi hanno quattro carte a faccia in ogni seme, ma è sceso alcune delle loro carte pip all’inizio della loro storia. Entrambi i mazzi includono 21 trionfi e Il Pazzo, una carta senza seme che scusa il giocatore dal seguire il seme.

Tarocchi

Tarocchi francesi in riproduzione.

I francesi adottarono i giochi dei tarocchi dopo la loro occupazione di Milano alla fine del xv secolo. Tarocchi francesi, conosciuto localmente come Jeu de Tarocchi, è uno che utilizza il mazzo di Tarocchi completo di 78 carte. Originariamente giocato con il Tarot de Marseille italiano-suited, il gioco è ora giocato con il francese-suited Tarot Nouveau. Il Tarocco Nouveau, di origine francoforte, ha trionfi che raffigurano scene di attività sociali tradizionali; questo differisce dai motivi allegorici rinascimentali trovati in mazzi di tarocchi italiani adatti come il Tarocco di Marsiglia, il Tarocco piemontese, il Tarocco bolognese, o anche il Cavaliere-Waite ben noto nella cartomanzia. Jeu de Tarot è ora il gioco di carte più popolare in Francia dopo Belote e molti tornei sono tenuti dalla Fédération Française de Tarot.

Un mazzo di Tarocchi Nouveau è composto da 56 carte di quattro semi e 22 carte emblematiche chiamate atouts (trionfi). Ogni seme è composto da quattordici carte: dieci carte pip, e quattro carte di faccia: il Roi (Re), Dame (Regina), Cavalier (Cavaliere), e Valet (Jack). Degli atout, 21 sono numerati da 1 a 21 e una carta non numerata chiamata “Fou” (“Fool”, chiamato anche “Mat” o “L’Excuse” in gioco) che “scusa” il giocatore dal seguire il seme. Degli atout, solo il Pazzo e i trionfi 1 e 21 sono considerati “contando” le carte perché valgono più di 1 punto. Vincere l’ultimo trucco premi bonus solo se si è vinto con il più basso trump.

I giochi di tarocchi del Piemonte, la regione italiana al confine con la Francia, sono più simili ai tarocchi francesi rispetto ad altri giochi italiani, poiché sono stati i francesi a (ri) introdurre i tarocchi in quella regione. Questi giochi utilizzano il mazzo Tarocco Piemontese da 78 carte derivato dai Tarocchi di Marsiglia. I tarocchi piemontesi più diffusi sono Scarico, Mitigati, Chiamare il Re e Partita che si possono trovare a Pinerolo e Torino. I giochi piemontesi sono anche i più semplici giochi di tarocchi e possono essere utilizzati per introdurre nuovi giocatori su regole e caratteristiche di base. Troccas, un gioco di tarocchi svizzero, è anche correlato e si gioca con il 78-card Swiss 1JJ Tarocchi, un altro derivato del Tarocchi di Marsiglia. Il Grosstarok danese, che si concentra sulla vittoria del trucco finale, utilizza anche il Tarot Nouveau.

Tarock

Industrie und Glück trumps

Tarock differisce dalle altre forme nella funzione del Pazzo che ora è semplicemente la più alta briscola. I giochi di questa categoria includono Cego, Zwanzigerrufen e Königrufen. Questi giochi utilizzano il 54 carte francese adatto Cego o Industrie und Glück mazzi che striscia alcune carte pip. I giochi sono ampiamente giocati in Germania e nei paesi entro i confini dell’ex monarchia austro-ungarica, per i quali è stato coniato anche il nome Tarockanien: la variante austriaca del gioco (e le sue varianti) è quindi ancora molto popolare tra tutte le classi e generazioni in Slovenia e Croazia, mentre in Ungheria vengono applicate regole diverse. Si ritiene che il gioco svizzero di Troggu sia una forma intermedia che collega i vecchi giochi dei tarocchi a quelli dell’Europa centrale.

tipi di tarock:

  • Tapp-Tarock: Il gioco di base
  • Cego: Un gioco con una grande talon che può essere usato come un sostituto mano
  • Partner chiamata giochi:
    • Chiamare un re: Königrufen e Sloveno tarok
    • Chiamata trump 19: Neunzehnerrufen e ceca taroky
    • Chiamata trump 20: Zwanzigerrufen e ungherese tarokk
  • Royal tarokk: Il talon, i punti carta e la chiamata del partner vengono abbandonati in favore di bonus

Alcuni giochi utilizzano il mazzo di 36 carte German suited che manca di qualsiasi seme di briscola dedicato. Invece, uno dei semi esistenti, di solito il seme del cuore, viene scelto come seme di briscola. Questi includono Württembergischer Tarock, bavarese tarock, Brixentaler Bauerntarock, e Dobbm. Sono Ace-Dieci giochi che incorporano regole da Tapp-Tarock.

Caratteristiche comuni

Mazzo di carte

Un mazzo di Tarocchi completo come uno per Tarocchi francesi contiene l’intero complemento di 78 carte e può essere utilizzato per giocare a qualsiasi gioco in famiglia con l’eccezione di Minchiate, un gioco estinto che ha usato 97 carte. Tarock austriaco-ungherese e Tarocco italiano mazzi, tuttavia, sono un sottoinsieme più piccolo (di 63, 54, 40, o anche 36 carte) adatto solo per i giochi di una particolare regione. I mazzi di tarocchi regionali presentano comunemente abiti specifici per la cultura; i semi tedeschi di cuori, campane, ghiande e foglie sono usati attraverso la maggior parte dell’Europa germanica, i semi latini di tazze, monete, club e spade sono comuni in Italia e Spagna, e i semi francesi familiari alla maggior parte degli anglofoni sono visti in Francia, Quebec, Germania ovest e la maggior parte del mondo di lingua inglese. Questa tendenza continua anche per i mazzi non tarocchi come per il gioco tedesco di Skat (giocato con un mazzo di carte di valore simile al mazzo di piquet francese usato per Belote; i giocatori nella maggior parte della Germania occidentale usano semi francesi mentre i giocatori in Baviera e Germania orientale usano semi tedeschi).

Mano Tarock in stile austriaco da 40 carte: gli Skys (Pazzo) come briscola più alta, briscola 21 (la seconda più alta), altri cinque trionfi, Re, Regina, 1 ♥.

Il 78-card mazzo di tarocchi contiene:

  • 14 carte ciascuna in quattro semi (francese o latino a seconda della regione): carte” pip ” numerate da uno (ma chiamato Asso) a dieci; più quattro carte corte, un Fante (o Fante o Cameriere), un Cavaliere (o Cavaliere), una regina e un re.
  • I 21 tarocchi, (noti nei tarocchi divinatori non giocanti come Arcani Maggiori), funzionano nel gioco come un seme permanente di trionfi.
  • Il Pazzo, noto anche come la scusa, è una carta non numerata che scusa il giocatore dal seguire il seme o giocare una briscola in alcune varianti, e che agisce come la briscola più forte in altri.

A causa dell’antichità dei giochi dei tarocchi, le carte sono ordinate in una classifica arcaica. Nei completi semplici, i re sono sempre alti. Ad eccezione dei tarocchi francesi moderni e dei tarocchi siciliani, la classifica nei semi rotondi latini (tazze e monete) o nei semi rossi francesi (diamanti e cuori) va da Re (alto), Regina, Cavaliere, Fante, 1, 2, 3 … 10 (basso).

Regole di base del gioco

  • Il gioco è tipicamente in senso antiorario; il giocatore alla destra del mazziere gioca al primo trucco. I giocatori devono seguire l’esempio se hanno una carta del seme ha portato, altrimenti devono giocare una briscola, se possibile. Il vincitore di ogni trucco porta a quello successivo.
  • Dopo che la mano è stata giocata, viene preso un punteggio in base ai valori dei punti delle carte nei trucchi che ogni giocatore è riuscito a catturare.

Valore comune delle carte

  • Oudlers (Trull) – Trionfi 1, 21 e il Pazzo: 5 punti
  • Re: 5 punti
  • Regine: 4 punti
  • Cavalieri (Cavalieri): 3 punti
  • Fanti (Jack): 2 punti
  • Tutti gli altri: 1 punto

Le carte vengono solitamente contate in gruppi di due o tre a seconda del gioco. Dopo che la mano è stata giocata, viene preso un punteggio in base ai valori dei punti delle carte nei trucchi che ogni giocatore è riuscito a catturare.

Ai fini delle regole, la numerazione dei trionfi è l’unica cosa che conta. Le immagini simboliche dei tarocchi consuete nei tarocchi divinatori non giocanti non hanno alcun effetto nel gioco stesso. Le tradizioni progettuali di questi mazzi si sono successivamente evolute in modo indipendente e spesso portano solo numeri e scene stravaganti scelte arbitrariamente dall’incisore. Tuttavia, ci sono ancora sequenze tradizionali di immagini in cui è visibile il lignaggio comune; ad esempio, la luna che è comunemente visibile nell’angolo in basso a sinistra della carta vincente 21 deriva dalla confusione della parola tedesca Mond, che significa Luna, con l’italiano mondo e il francese monde, che significa “mondo”, il solito simbolo associato alla carta vincente 21 sui tarocchi adatti italiani e nei tarocchi divinatori non giocanti.

  • Hofamterspiel
  • Mantegna Tarocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.