Quando ho letto il post di Matthew Fray, il mio primo pensiero non era sul bucato spiegato. Invece, ho visto la moltitudine di modi in cui non ero di supporto nel mio matrimonio e aiutavo con i doveri che dovevano essere compiuti per far funzionare la nostra famiglia. Ho pensato alla mia mancanza di rispetto. Ho inviato l’articolo a mio marito con l’oggetto: “Ho pensato che fosse importante leggere.”Nel corpo dell’e-mail che ho scritto,” Voglio che tu sappia che voglio fare meglio. Ho intenzione di raccogliere la mia merda di più.”

La mia attenzione era rivolta al bucato spiegato, ed ero cieco alle mie infrazioni domestiche. Mi sentivo un tale idiota. Certo, ero occupato. Lo eravamo entrambi. Che tipo di messaggio mandavo a mio marito? Ero come il suo terzo figlio lasciando la mia roba ovunque e non essendo il partner ho giurato di essere. L ” articolo non mi ha fatto temere il divorzio, ma mi ha fatto venire voglia di impegnarsi per essere un partner migliore.

Come coppia sposata, andiamo agli eventi e ci impegniamo in attività che non sempre amiamo, ma lo facciamo perché è importante per il nostro coniuge. Sto imparando lo stesso vale per le faccende domestiche. E anche quando le faccende sembrano insignificanti al valore nominale.

Recentemente, mio marito ha detto casualmente che dovrei provare a riempire di più i vassoi del cubetto di ghiaccio. Giuro che sono l’unico che riempie i vassoi del cubetto di ghiaccio. Ci sono voluti tutta la mia forza di volontà per non parlare di come io sono l’unico che sa come sostituire un rotolo di carta igienica o scatola Kleenex, o riempire i contenitori di sapone da bagno. Ma il ghiaccio contava per lui in quel momento, e si scopre che il ghiaccio era essenziale più tardi quando mi ha fatto un cocktail. La mia più grande lezione è resistere alla tentazione di fare la mia interpretazione del valore della sua richiesta, e invece, fiducia che la sua richiesta, in realtà, importa.

Ho imparato nella genitorialità che ho bisogno di scegliere le mie battaglie, e lo stesso vale per il matrimonio. Voglio davvero andare a combattere per il fatto che mio marito ha fatto tutto il bucato ma non l’ha piegato? Non necessariamente. Mi dà fastidio, e voglio che riconosca che è importante per me. E quando i mucchi giganti di biancheria appaiono, invece di arrabbiarsi o semplicemente chiudere la porta in segno di diniego, potrei aiutarlo. E anche lui potrebbe aiutarmi quando i miei pasticci diventano troppo grandi perché sia il matrimonio che la vita sono pieni di pasticci reali e figurativi.

Avere e tenere — il voto che abbiamo preso è stato quello di aiutarci a vicenda, tenerci a vicenda, essere partner e sollevarci a vicenda attraverso i momenti pesanti della genitorialità e della vita. E bene, per noi, questo significa anche attraverso il bucato-per tenere e piegare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.