Qui sono solo alcuni dei modi in cui lo fa:

i Sintomi Premestruali e ciclo di bilancio

Un accumulo di ormoni estrogeni può causare le donne che avvertono un ciclo irregolare, estesi cicli (più di 36 giorni in lunghezza), periodi pesanti, mestruazioni dolorose, PMS, aumento di peso o l’acne. A lungo termine, questi squilibri ormonali possono anche influenzare altre ghiandole ormonali come la tiroide e portare a condizioni (come i fibromi) o sfide di fertilità. Questo “eccesso” di estrogeni è significativamente influenzato dall’efficienza del fegato di abbattere o eliminare questo accumulo. Le proprietà di supporto del fegato della curcuma significano che può svolgere un ruolo funzionale nel moderare lo squilibrio ormonale anche attraverso questo meccanismo.

Come spezia riscaldante, la curcuma può anche essere utilizzata per ottimizzare la digestione “lenta” promuovendo la circolazione del sangue sanitario al sistema digestivo e sostenendo la salute della parete intestinale. La curcuma aumenta anche il flusso biliare, un fluido che viene prodotto e rilasciato dal fegato e immagazzinato nella cistifellea. Bile aiuta con la digestione e aiuta la ripartizione dei grassi e l’assorbimento degli acidi grassi sani dal cibo. Questi acidi grassi sono particolarmente favorevoli per le donne, formando la “spina dorsale” degli ormoni sessuali tra molte altre importanti funzioni nel sistema riproduttivo.

PCOS (sindrome dell’ovaio policistico) e endometriosi

Sia PCOS che endometriosi sono condizioni che coinvolgono il sistema immunitario e, in particolare, la capacità compromessa di moderare le sostanze chimiche infiammatorie chiamate citochine. Quando i livelli di citochine pro-infiammatorie sono elevati, innescano una maggiore infiammazione nel corpo. Questo influenza notevolmente lo sviluppo e la progressione di entrambe queste condizioni – compresi i sintomi comuni tra cui periodi dolorosi o pesanti, un ciclo irregolare o assente, difficoltà con l’ovulazione, acne, altri dolori, bassa energia, cambiamenti di umore, problemi di peso e le sfide di fertilità.

La ricerca mostra che i componenti biochimici della curcuma sono in grado di gestire la produzione eccessiva di queste citochine infiammatorie, rendendo la curcuma una spezia superiore per la gestione della PCOS e dell’endometriosi.

Conservazione e fertilità delle uova

Mentre gli uomini sono in grado di produrre più sperma nel corso della loro vita, le donne iniziano la loro vita con una quantità fissa di uova – circa 7 milioni di uova immature – chiamate “ovociti”. Preservare la qualità di questi ovociti è vitale e significa prestare attenzione a una dieta e uno stile di vita ricchi di supporto antiossidante.

Prima che un uovo sia pronto a passare attraverso il processo di ovulazione (rilascio dell’uovo), l’ovocita immaturo deve svilupparsi ulteriormente e maturare. Questo processo richiede picchi nei livelli ormonali e un sottoprodotto di questo processo è una maggiore produzione di una molecola chiamata ROS (reactive oxygen species). Gli ovociti sono sensibili a questo tipo di stress ossidativo avviato dal ROS. Normalmente, un ovocita è in grado di proteggersi se i livelli di ROS rimangono abbastanza equilibrati, ma se c’è una sovra-produzione di ROS allora gli ovociti sono a rischio di essere danneggiati. Questo può portare ad ‘anovulazione’ – dove le ovaie non rilasciano un ovocita durante un ciclo mestruale. È quindi essenziale che le donne si proteggano da una maggiore esposizione e da livelli più elevati di stress ossidativo.

È qui che piante preziose come la curcuma possono offrire un grande supporto La curcuma è un accompagnamento nutriente, insieme a una buona dieta e un supporto specifico di vitamine e minerali, per le donne che cercano di proteggere le loro uova e sostenere la loro fertilità in generale.

Nella medicina tradizionale orientale, la curcuma è classificata come erba o spezia riscaldante, spesso usata per aumentare il calore e il flusso sanguigno nell’area pelvica. Questo a sua volta, supporta i nutrienti essenziali che viaggiano verso la parte inferiore del corpo per supportare un ambiente sano dell’utero.

Peri-Menopausa e menopausa

Quando le donne entrano nella peri-menopausa e poi nella menopausa completa, i cambiamenti ormonali possono causare un aumento dei sintomi di infiammazione, come rigidità del corpo o dolore generale. Ma l’aumento dell’infiammazione è anche associato a sintomi della menopausa come vampate di calore. Questa infiammazione prolungata può essere gravosa per il corpo, richiedendo nutrienti extra per mantenere l’infiammazione sotto controllo. L’infiammazione accelera anche l’invecchiamento, non solo esteticamente ma anche all’interno dei nostri organi e tessuti interni. Questo è il motivo per cui ridurre al minimo lo stress, mangiare bene, esercitare e ottenere abbastanza riposo e sonno sono particolarmente importanti durante questa fase della vita.

Mentre le donne passano attraverso la menopausa possono sperimentare un aumento del dolore articolare e dell’usura generale del loro sistema muscolo-scheletrico. La nostra curcuma a spettro completo Turmaforte ha dimostrato clinicamente di ridurre il dolore articolare dell ‘ 86,2% entro 21 giorni dall’uso e di ridurre la degenerazione della cartilagine, la tenerezza articolare e l’infiammazione. È importante gestire l’infiammazione anche per la salute delle ossa. Quando l’infiammazione prende piede, può interferire con il modo in cui gli osteoclasti e gli osteoblasti (cellule ossee) operano e “rimodellare” la struttura ossea esistente, influenzando la densità ossea e la salute scheletrica generale.

Salute della tiroide

Le condizioni autoimmuni della tiroide come la tiroidite di Hashimoto sono statisticamente più comuni nelle donne. In molti casi, non è la tiroide stessa che è la causa principale, ma invece un risultato di cambiamenti nel sistema immunitario.

Nella tiroidite di Hashimoto, il sistema immunitario sta attaccando la ghiandola tiroidea, causando sintomi indesiderati come affaticamento, aumento di peso, disturbi dell’umore e cognitivi, irregolarità del ciclo mestruale, problemi di digestione e fertilità pigri e altri problemi immunitari. Poiché il 70% del nostro sistema immunitario si trova nel nostro intestino, la curcuma è una buona scelta per lavorare come antiossidante per proteggere la tiroide, modulare il sistema immunitario e fornire guarigione e supporto digestivo.

Le applicazioni cliniche della curcuma sono molteplici e con una comprensione in continuo aumento della meccanica dietro molte condizioni di salute femminile, sta rapidamente diventando la medicina naturale di scelta per molti che lavorano nella salute femminile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.