Un altro artista le cui opere hanno attirato la mia attenzione è NaaA Kučerová. La sostenibilità nell’arte è davvero importante per Kučerová. Usa ritagli di carta per rappresentare le esperienze, le emozioni e i vizi dell’umanità, come la Passione, come si vede nell’immagine in bianco e nero di una donna, sotto.

Oltre ai materiali

Al di là delle forniture creative, però, ci sono altre questioni ambientali che affliggono il mondo dell’arte. Prendiamo la spedizione per esempio.

Pochi si rendono conto che le opere d’arte in movimento possono avere alcune conseguenze ambientali piuttosto terribili. Questo è vero non solo per l’invio di prodotti agli acquirenti, ma anche per i lavori di volo per le mostre.

A questo si aggiunge il numero di collezionisti che volano per assistere a quelle mostre – spesso tramite jet privati – ed è evidente quanto possa essere inquinante l’organizzazione di una grande mostra.

Potresti chiederti: se i collezionisti volano privatamente per fare i loro acquisti, si preoccupano anche dell’impatto ecologico dell’arte? Sarebbero disposti a pagare una “tassa sul carbonio” per spostare la loro arte? C’è una domanda di arte sostenibile?

Queste sono domande che Lisa Schiff, consulente d’arte e sostenitrice dell’arte più verde, ha profondamente considerato. Ha detto ad ArtNet: “Comprare arte è costoso. Quando si inizia a raccogliere, è scioccante quanto sia costoso, in termini di spedizione, assicurazione e stoccaggio.”Pertanto, non pensa che aggiungere costi di neutralizzazione del carbonio alle fatture della galleria sarebbe molto gradito. Invece, suggerisce che tali tasse dovrebbero essere nascoste nel prezzo, piuttosto che presentate come un costo aggiuntivo.

“Conosco un sacco di collezionisti che sono enormi ambientalisti e che stanno cambiando il mondo, ma quando comprano arte, non è dove lui o lei può mettere la loro energia”, ha detto. Crede che l’onere sia sulle gallerie, piuttosto che sui collezionisti, per essere più verdi.

Altri, tuttavia, non sono d’accordo.

Bassa domanda?

A contrastare la prospettiva di Schiff è Bruno Brunnet, commerciante veterano e co-fondatore delle Belle Arti contemporanee di Berlino. Insiste sul fatto che alla fine sono i collezionisti che potrebbero motivare pratiche più sostenibili dalle gallerie.

Brunnet ammette che finora, c’è ben poca preoccupazione ambientale espressa dai collezionisti, però. “Non abbiamo avuto alcuna richiesta di spedizione più verde o esitazione a viaggiare su basi sostenibili da parte di alcun collezionista, anche se queste sono conversazioni a cui saremmo aperti.”

Tuttavia, nonostante la mancanza di domanda, alcune aziende si stanno comunque orientando verso un modello più rispettoso dell’ambiente. Ad esempio, Dietl, uno dei più grandi trasportatori del settore, si preoccupa profondamente della sostenibilità nell’arte, e sta riprogrammando i suoi percorsi di spedizione in modo che ci siano meno transiti, e quindi minori emissioni di CO2, quando si spostano opere d’arte.

Più specificamente, prima di Art Basel Miami Beach, il team di Dietl ha organizzato un charter 747 per volare dal Lussemburgo direttamente a Miami, invece di passare attraverso Atlanta o New York, la solita rotta di trasporto artistico che richiede più viaggi a terra che emettono anidride carbonica.

Dietl utilizza anche prodotti più ecologici come RokBox, una cassa riutilizzabile più leggera (e più sicura) del legno. Sostituire il legno con ROKBOX può fare un enorme risparmio di emissioni di CO2.

Un cambiamento digitale

Infine, uno dei cambiamenti più promettenti verso un comportamento più verde nel mondo dell’arte è la tendenza all’acquisto di opere d’arte online. Dalla crisi del coronavirus, sempre più persone si sono riscaldate all’idea di partecipare virtualmente a mostre d’arte, e sono anche più aperte all’acquisto di arte che hanno mai visto solo online.

Realisticamente, tuttavia, le grandi fiere d’arte sono ancora una parte enorme del settore e sono quindi è improbabile che scompaiono in tempi brevi. Né è la spedizione convenzionale di opere d’arte in tutto il mondo. Il cambiamento qui è nella migliore delle ipotesi, incrementale.

Indipendentemente da ciò, ci sono ancora aspetti positivi. L’arte è sempre stata il riflesso delle preoccupazioni del giorno. Gli artisti ci fanno capire cosa apprezziamo e cosa dobbiamo affrontare. Non ho dubbi che l’arte ispirerà il cambiamento nel suo regno abbastanza presto.

Immagine principale: Nascosto da Sofiya Kruglikova
Immagine 3 Città nella Casella di Dan Armand Stancu
Tutte le immagini dalla Vittoria di Arte, in cui le opere possono anche essere acquistati
  • Autore
  • Post Recenti
Fondatore & Editor in Chief presso Eluxe Rivista
Chere ha sempre amato la scrittura, la moda e le lingue, e ha conseguito una laurea in Psicologia e l’Arte, e la laurea in Linguistica Applicata e la Formazione. La sua lunga carriera nel giornalismo si estende in diversi continenti: ha curato e scritto per prestigiose riviste a Toronto, Dubai, Parigi, Londra e Buenos Aires. Scopri di più sulla vasta carriera di Chere su LinkedIn.

Ultimi messaggi di Chere Di Boscio (vedi tutti)
  • VINCERE $150 Per Trascorrere le vacanze In Murmali Borse Vegane – Feb 6, 2021
  • I Benefici Dell’Oro Prodotti Skincare – Feb 2, 2021
  • Eluxe Oroscopo Per il mese di febbraio 2021 – Gen 31, 2021

Questo sito utilizza i link di affiliazione con i marchi di nostra fiducia, e se si effettua un acquisto utilizzando un collegamento, si può ricevere una commissione.

Ti è piaciuto questo post? Vuoi mostrare la tua gratitudine? Si prega di sostenerci su Patreon!

Diventa un patrono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.