Di WVUA 23 News Reporter Mattie Davis

I manifestanti si sono riuniti fuori dal Tribunale della contea di Tuscaloosa preoccupati per le attuali normative COVID-19 nella prigione della contea di Tuscaloosa.

I manifestanti hanno dichiarato di essere preoccupati per una serie di questioni in corso, tra cui la mancanza di dati COVID-19 detenuti e misure protettive prese all’interno della prigione della contea. A luglio, il Southern Poverty Law Center ha richiesto informazioni pubbliche sui protocolli di sicurezza COVID-19 e sulle statistiche nella prigione della contea di Tuscaloosa. Dopo diversi tentativi, hanno intentato una causa per costringere lo sceriffo della contea di Tuscaloosa Ron Abernathy a rispondere. Da allora, nessun record ufficiale è stato rilasciato.

Sabato, un gruppo ha protestato che il dipartimento non è trasparente quando si tratta di COVID-19 in carcere.

“Abbiamo un cruscotto COVID per la contea e le scuole della città,” Tuscaloosa County residente Mike Altman ha detto. “Dovremmo avere un cruscotto COVID per la prigione.”

L’organizzatrice della protesta Maggie Yancey ha detto che il gruppo sta dando voce a coloro che non possono parlare da soli.

“Siamo anche consapevoli di questa causa e non va bene”, ha detto Yancy.

Il gruppo ha marciato davanti al palazzo di giustizia e intorno all’edificio gridando: “Rilasciate i dati, liberate le persone, liberate la verità!”

I manifestanti hanno detto che la preoccupazione proviene da storie reali della comunità.

“Abbiamo avuto un individuo che si è unito alla nostra protesta oggi che era in prigione a settembre che ha detto, sì, è spaventoso, ed è pericoloso lì dentro”, ha detto Yancey.

I manifestanti hanno dichiarato di credere che il carcere sia sovraffollato, sotto-regolamentato e non usi o abbia abbastanza dispositivi di protezione individuale.

“Se COVID-19 ci ha insegnato qualcosa in questo paese, in questo stato, in questa contea, è che siamo tutti molto più connessi di quanto pensiamo”, ha detto Altman. “E questa prigione è più collegata a tutti in questa contea di quanto pensino.”

Ritengono che i dati siano necessari per proteggere i detenuti e la comunità.

“Tutte quelle persone all’interno della prigione finiscono per uscire nelle nostre comunità e diffondere COVID a ciò che non sappiamo nemmeno quale sia il grado”, ha detto Yancey. “Dobbiamo esaminare i dati e vedere cosa dobbiamo fare per migliorare le condizioni del carcere per assicurarci che sia sicuro, non solo per le persone nel carcere ma per la gente di Tuscaloosa.”

I manifestanti hanno detto che la protesta è stato il primo passo per il cambiamento che vogliono, e il passo successivo è in realtà ottenere quei dati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.