Avete mai visto una strada dove tutte le case sono progettate allo stesso modo? Dove le finestre e le porte sono esattamente nello stesso punto in ogni casa? Dove lo stesso vialetto incontra lo stesso garage per ogni casa?

I candidati al lavoro sarebbero un passo avanti rispetto alla concorrenza se solo capissero che i potenziali datori di lavoro e reclutatori spesso sperimentano questa sensazione di uguaglianza quando guardano i curriculum.

Ciò che è veramente frustrante è che proprio come quelle case in strada che sembrano tutte uguali dall’esterno, capiamo che la facciata di un curriculum spesso nasconde la realtà di personalità vibranti e diverse, con colori, gusti, esperienze, emozioni e passioni diverse.

Quando la pubblicità per lavori specifici, i datori di lavoro e i reclutatori elencano le competenze e le qualità più importanti che i candidati devono avere come minimo. I candidati, non a caso, inviare in applicazioni e riprende che affronta i criteri minimi.

Quello che spesso non riescono a fare è vendere il proprio “stack di talenti” quell’insieme unico di abilità, esperienze, tratti caratteriali e qualifiche che potrebbero e dovrebbero distinguerli dagli altri candidati.

Il termine “talent stack” è stato coniato dal fumettista Scott Adams – meglio conosciuto come il creatore della serie di cartoni animati Dilbert – per descrivere lo sviluppo di una varietà di abilità che si combinano per rendere qualcuno una merce ricercata.

Adams descrive il proprio stack di talenti nei seguenti termini: “Sono un famoso fumettista sindacato che non ha molto talento artistico, e non ho mai preso una classe di scrittura a livello universitario. Ma poche persone sono brave a entrambidisegno e scrittura. Quando aggiungi le mie normali capacità imprenditoriali, la mia forte etica del lavoro, la mia tolleranza al rischio e il mio ragionevole senso dell’umorismo, sono abbastanza unico.

E in questo caso quell’unicità ha valore commerciale”.

Il suo consiglio sembra incredibilmente semplice: “Chiunque può sviluppare uno stack di talenti più prezioso. Basta capire quali talenti vanno bene insieme. In caso di dubbio, aggiungi prima public speaking al tuo stack”.

E in effetti, può essere così semplice se candidati e clienti sono guidati attraverso il processo.

La chiave per costruire il proprio stack di talenti è comprendere il valore dello sviluppo di set di abilità individuali che possono essere considerati di poco valore da soli, ma quando combinati, si uniscono per creare un candidato ricercato.

È importante ricordare che i candidati non hanno bisogno di essere esperti in ciascuna delle competenze che stanno sviluppando come parte del loro stack di talenti. Il vero potere di queste abilità è combinarle per formare un insieme impressionante.

Chiavi per un buon stack di talenti

In tutto il settore del reclutamento, ci sono alcuni fondamentali su cui tutti possiamo essere d’accordo. Ciò che rende lo stack talento perfetto non è uno di loro. Questo è in parte perché lo stack talento perfetto è davvero qualcosa di unico per ogni ruolo e ogni candidato.

Un reclutatore personale di sourcing per una posizione contabile sarà alla ricerca di un diverso skill-set per un reclutatore cercando di inserire personale di marketing.

Tuttavia, come regola generale, ci sono alcune qualità chiave che i candidati di tutti i settori trarrebbero sicuramente beneficio dallo sviluppo e dalla raffinazione.

Questi sono:

  • Forte di comunicazione scritta e verbale abilità
  • > Solido intelligenza emotiva
  • esperienza di Vendita
  • capacità di parlare in Pubblico
  • competenze di Programmazione
  • Forti capacità persuasive
  • Social media abilità

può sembrare scoraggiante per i candidati a sviluppare un nuovo set di abilità al di fuori del loro qualifiche ed esperienza. La buona notizia è che sono già senza rendersene conto, spesso nel corso delle loro attività quotidiane.

Ciò che il concetto di talent stack fa, è incoraggia ognuno di noi ad essere più consapevoli delle nostre abilità hard e soft e di continuare a svilupparle durante le nostre carriere.

Per alcuni questo può significare intraprendere un corso di parlare in pubblico, imparare una nuova lingua o tornare all’istruzione terziaria. Per gli altri, può significare lo sviluppo di una lista di lettura per contribuire ad aumentare la consapevolezza di sé.

Ci sono molti modi molto semplici per tutti di migliorare il proprio stack di talenti e come professionisti del reclutamento, sarebbe sciocco pensare che la nostra borsa di trucchi e abilità non possa essere aggiunta per permetterci di offrire un valore migliore per clienti e candidati.

Cosa stai facendo per aumentare il tuo valore sul mercato? Come stai sviluppando il tuo stack di talenti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.