Per un caso positivo di trichinosi, dove hanno sequestrato più di 100 libbre di carne di cinghiale in General Acha, La Pampa, il Servizio Sanitario Nazionale e della Qualità Alimentare (Senasa), che ricorda le misure di prevenzione contro la malattia.

La trichinosi è una malattia trasmessa dagli animali all’uomo, cioè una zoonosi, causata da Trichinella spp., un piccolo parassita che alloggia nei muscoli degli animali. Colpisce principalmente i suini e può colpire anche specie selvatiche come cinghiali, puma, donnole e muli**.

I maiali acquisiscono il parassita mangiando carne con larve di trichinella. Ciò accade se vengono allevati in cattive condizioni igienico-sanitarie (presenza di rifiuti, rifiuti alimentari crudi, roditori, ecc.).

Le persone si ammalano mangiando carne cruda o poco cotta di suini o animali selvatici con parassiti o prodotti crudi, come salumi o salsicce (salame, chorizos, bondiola), fatti con carni che non sono state precedentemente analizzate. È fondamentale tenere presente che le larve non si vedono ad occhio nudo e non alterano le caratteristiche esterne, il gusto o il colore della carne o dei suoi derivati.

Per questo motivo, chi produce salsicce utilizzando carne cruda o animali selvatici deve verificare che la materia prima sia idonea al consumo, inviando il campione ad un laboratorio per il test di digestione artificiale.

Questo metodo rappresenta uno strumento fondamentale che consente di diagnosticare precocemente la trichinosi ed evitare il contagio all’uomo.
La provincia di La Pampa dispone di un’ampia rete di laboratori abilitati alla digestione artificiale distribuiti sul territorio provinciale. Questo metodo rappresenta uno strumento fondamentale che consente una diagnosi precoce e previene il contagio per l’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.