Gli Arizona Coyotes hanno pagato un grosso prezzo a dicembre per strappare il vincitore dell’Hart Trophy 2018 Taylor Hall dai Devils – tre prospetti e due scelte al draft.

Quattro mesi dopo, questo matrimonio forzato sembra già diretto al divorzio prima della fine della luna di miele perché i Coyote non hanno tentato di ri-firmare Hall, un’ala sinistra di 28 anni che può diventare un agente libero senza restrizioni ogni volta che questa stagione in pausa dal coronavirus è ufficialmente finita.

Presentazione di Devils Insider: Iscriviti per notizie esclusive, osservazioni dietro le quinte e la possibilità di inviare messaggi di testo direttamente con gli scrittori beat

Sebbene il GM dei Coyotes John Chayka sia interessato ad avere colloqui di estensione del contratto, nessuno ha avuto luogo, l’agente di Hall, Darren Ferris, ha detto a David Pagnotta del quarto periodo.

Perché nessun colloquio?

Una grande ragione probabilmente è che i Coyotes attualmente sono vicini al tetto di N 81.5 milioni della NHL e non otterranno molto sollievo dopo la stagione.

Hall sta facendo million 6 milioni in questa stagione, e secondo Matt Larkin di The Hockey News, “dovrebbe comandare almeno million 10 milioni all’anno in sette anni” sul mercato aperto.

Il rapporto Bleacher ha previsto che Hall firmerà con la Colorado Avalanche.

Hall è stata una delusione per i Coyote, che hanno fatto il commercio per fortificare le loro possibilità di guadagnare un posto letto postseason per la prima volta in otto stagioni.

Il commercio non ha funzionato alla grande per i Coyotes prima che la stagione NHL si chiudesse il 12 marzo a causa del coronavirus. Con Hall segnando 10 gol e 27 punti in 35 partite, i Coyotes crollarono a un record di 14-17-4 che attualmente li ha cinque punti su un posto nei playoff della Western Conference con 12 partite rimanenti.

La 3 ½ stagione di Hall con i Devils si è conclusa il dic. 16 quando ha scambiato per Arizona 2020 primo turno draft pick (condizionale), loro 2021 terzo turno pick (condizionale) più prospettive Kevin Bahl, Nick Merkley e Nate Schnarr.

All’epoca, Hall era entusiasta di lasciare i Devils in difficoltà per i Coyotes, che erano 19-12-4 e guidavano la Pacific Division all’epoca.

“Penso che l’opportunità che ho con gli Arizona Coyotes sia fantastica”, ha detto Hall dopo lo scambio. “Per saltare che molti punti in classifica durante la notte e di unirsi a una squadra che è al primo posto.”

Anche il Coyotes GM era eccitato.

“È un punto di svolta”, ha detto Chayka all’Arizona Republic “È un giocatore elettrico e uno dei miei giocatori preferiti da guardare in termini di valore di intrattenimento, ma poi inizi a scavare nelle analisi e vedi come influisce sul gioco e sui suoi compagni di squadra in tanti modi diversi.”

È stato un incubo praticamente da allora per i Coyotes, che ora hanno bisogno di sperare che la NHL espande il suo campo di playoff dal suo solito 16 se il campionato ritorna solo per la postseason.

Indipendentemente da ciò, le azioni dei Coyote nell’ultimo mese – o la loro mancanza – sembrano indicare che non sono seriamente intenzionati a ri-firmare Hall perché avrebbero potuto usare questo tempo per negoziare.

Ottenere Devils Insider messaggi di testo dai giornalisti: Tagliare attraverso il disordine dei social media e comunicare direttamente con Devils scrittore Randy Miller. Inoltre, notizie esclusive e analisi ogni giorno. Iscriviti ora.

Randy Miller può essere raggiunto a [email protected] Seguilo su Twitter @ RandyJMiller. Trova NJ.com su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.